OpenUNIPD: una piattaforma di consultazione online

Il futuro è molto aperto, e dipende da noi, da noi tutti. 
Dipende da ciò che voi e io e molti altri uomini fanno e faranno, oggi, domani e dopodomani. 
E quello che noi facciamo e faremo dipende a sua volta dal nostro pensiero e dai nostri desideri, 
dalle nostre speranze e dai nostri timori. 
Dipende da come vediamo il mondo e da come valutiamo le possibilità del futuro che sono aperte. 
K. Popper

Open UNIPD è uno strumento di consult-Azioni on line anonime, per raccogliere le opinioni e dare voce alle esigenze concrete di tutto il personale. L'obiettivo è quello di richiamare l'attenzione (e l'impegno) degli attori in Ateneo, e soprattutto della Governance sui temi che il personale stesso ritiene cruciali. 

Questa pagina web ("ospitata" temporaneamente sul sito di UNInsieme) e l'indirizzo di posta sono gestite da Luisel Bolzonella e Stefania Cerutti, le colleghe che al momento coordinano la community.

Chiunque può partecipare allo costruzione della piattaforma Open UNIPD, indipendentemente dal ruolo ricoperto in Ateneo: gli unici requisiti richiesti sono disponibilità e libertà di pensiero. I lavori si svolgono secondo le diverse disponibilità di tempo, prevalentemente “a distanza”.

Per partecipare alla nostra attività o per maggiori informazioni:  openunipd@gmail.com 

 

 

Le consult-Azioni

Basta un accessorio a valorizzarti?
(Sondaggio n.2: 25 ottobre - 5 novembre 2017)

Hanno partecipato 761 colleghi e ben 73 persone hanno scritto il loro pensiero su diversi argomenti, dall'organizzazione del lavoro alla valutazione, alla formazione. 

Cosa emerge da una prima lettura dei dati raccolti?

  • la maggioranza del personale vuole essere valorizzato sulla base del lavoro che già svolge, con incentivi legati alla valutazione;
  • le persone sono ben consapevoli delle loro qualità e preferiscono una valutazione individuale;
  • è quasi totalmente condivisa la necessità di recuperare subito, al di là della valutazione, la quota di stipendio persa a inizio anno (IMA)
  • vi è una diffusa sfiducia nell'organizzazione e una richiesta di una maggiore offerta formativa a vari livelli.

I risultati, insieme a quelli del primo sondaggio, sono stati inviati al Rettore, al Direttore generale, alla Dirigente dell'Area del Personale e a tutte le rappresentanze del PTA.

Leggi la relazione completa

Il PTA sceglie le sue priorità
(Sondaggio n.1: 25 - 29 settembre 2017)

Oltre 850 colleghi hanno partecipato al primo sondaggio proposto dalla Community: gli argomenti prioritari risultano la Valorizzazione del personale (25%), l'Accessorio 2017 (23%) e le Stabilizzazioni e progressioni di carriera (20%) 

La valorizzazione è al primo posto tra le priorità del PTA: è di certo qualcosa di più del mero riconoscimento monetario, più o meno legato alla valutazione e al raggiungimento di obiettivi oppure attribuito in base alla categoria di appartenenza.

Leggi la relazione completa